obiezione


OBIEZIONE DI COSCIENZA E SERVIZIO CIVILE
Il M.I.R. ha sostenuto Giuseppe Gozzini e Fabrizio Fabbrini, primi obiettori cattolici al servizio militare, e si è impegnato per il riconoscimento giuridico dell’obiezione di coscienza. Dall’approvazione della legge è convenzionato con il Ministero della Difesa per far espletare agli obiettori il servizio civile nell’attuazione di programmi di formazione alla pace e alla nonviolenza attiva. È stato il Movimento che ha avviato per primo in Italia la Campagna di Obiezione di coscienza alle spese Militari (OSM), nata negli anni ’80 e tuttora in atto, e si adopera per far conoscere la Difesa Popolate Nonviolenta (DPN) come alternativa alla difesa armata.
Dopo la fine del servizio militare obbligatorio il MIR ha sostenuto il Servizio Civile Volontario e due sedi, Padova e Torino, hanno elaborato progetti sui quali possono impegnarsi dei giovani interessati all’educazione alla pace che scelgono di fare questo tipo di servizio.

Annunci