Febbraio 2015


02.febbraio

CalendarioGennaio | Febbraio | Marzo | Aprile | Maggio | Giugno | Luglio | Agosto | Settembre | Ottobre | Novembre | Dicembre

 

Opposizione alla Guerra del Vietnam 

Durante la Guerra del Vietnam (1960-1975) le persone della società americana si erano divise tra coloro che sostenevano il coinvolgimento degli USA nella guerra, e quelli che volevano la pace. Il movimento per la pace nacque con le manifestazioni nel 1964. Molte persone che vi facevano parte erano studenti, hippie, madri, educatori, sacerdoti, pastori, docenti universitari, giornalisti, avvocati, medici, militari veterani e americani comuni. L’influenza del messaggio di Martin Luther King – che negli ultimi anni della sua vita allargò progressivamente il campo della sua iniziativa: dalla desegregazione ai diritti civili all’antimilitarismo e alla lotta contro la povertà, fino a una rivoluzione nonviolenta e spirituale, tesa a cambiare in profondità la struttura della società americana – fu notevole. Inoltre la profonda avversione nei confronti della guerra da parte del famoso scrittore monaco trappista Thomas Merton lo fece diventare uno dei principali punti di riferimento del movimento pacifista degli anni sessanta. Nel 1968 egli intraprese un lungo viaggio in oriente, incontrando anche il XIV Dalai Lama che per lui ebbe modo di manifestare profonda stima. Ricordiamo a tal proposito l’opposizione alla guerra dei buddhisti vietnamiti, l’autoimmolazione di diversi monaci (che in quei giorni ispirarono Jan Palach a Praga), l’opera di Tich nat han, che ha portato in occidente la protesta nonviolenta dei vietnamiti. L’opposizione alla guerra su piccola scala iniziò nei campus delle università americane. Si trattava di un periodo storico caratterizzato da un attivismo politico studentesco senza precedenti. Il Comitato di coordinamento nazionale per la fine della guerra in Vietnam” inscenò la prima manifestazione pubblica negli Stati Uniti, in cui vennero bruciate le cartoline di leva, che toccò particolarmente l’opinione pubblica, tanto da impressionare le pellicole di molti registi, nonché la musica di molti artisti come John Lennon e gli artisti di Woodstock che si impegnarono in prima persona per la pace.

La fotografia di Jan Rose Kasmir, mentre porge dei fiori ai militari con i fucili puntati contro di lei, scattata il 21 ottobre 1967 a Washington, è diventata il manifesto del flower power movement. La fece un fotografo francese, Marc Riboud, e ha fatto la storia.

 

youtube-logo

 

 

 

anti war demosntration pentagon vietnam

 

 

 

 

 

 

 

protest quakers

 

 

 

 

 

 

 

MLK vietnam

 

 

 

 

 

 

 

 

protest song