Solidarietà a Claudio Fava


DA699394-D76D-450D-B3AD-258131D9F561

Al Sud e in Sicilia purtroppo siamo abituati alle intimidazioni.

• Talvolta con dei proiettili in busta, come quelle indirizzate a Claudio Fava, presidente della commissione antimafia dell’Assemblea Regionale Siciliana e al giudice Luigi Patronaggio di Agrigento, colpevole di indagare sul ministro degli interni.

• Talvolta con inchieste strumentali come nel caso di Mimmo Lucano, Sindaco di Riace, inquisito come Danilo Dolci un tempo.

• Talvolta vedendosi negare – due volte in un mese – la propria bandiera di navigazione, come la nave Aquarius di Sos Mediterraneé, colpevole di Umanità.

Chi sembra non temere nulla in questo momento sono Matteo Messina Denaro, camorristi e ndranghetisti.

Il ministro degli interni è intanto in altre faccende affaccendato.

Noi, come sempre, saremo vicini agli ultimi, ai senza voce, alle vittime dei poteri, vecchi e nuovi:

oggi accanto a Claudio Fava.

Annunci