COMUNICATO SUI BOMBARDAMENTI IN SIRIA


“Condanniamo la barbarie dell’uso delle armi chimiche ad opera della dittatura di Bashar al Assad che ha massacrato molte vite umane, soprattutto bambini ma, con altrettanta fermezza condanniamo la decisione della presidenza americana di Donald Trum di lanciare 60 missili contro una base aerea della Siria, in risposta alla strage chimica di Idlib”. Lo afferma in una nota Francesco Lo Cascio, portavoce della Consulta per la Pace, la Nonviolenza, i Diritti Umani e il Disarmo del Comune di Palermo. “Rinnoviamo la nostra scelta per la nonviolenza mentre assistiamo addolorati – prosegue Lo Cascio – a un crescente clima di guerra che crediamo, con ancora più convinzione, si possa fermare. Il conflitto in Siria è uno dei drammi umanitari più allarmanti degli ultimi decenni. Riteniamo che alla base di questi conflitti ci sia la becera logica affaristica della compravendita di armi. Pertanto ci impegniamo per un disarmo sempre più diffuso, no alla compravendita delle armi. Non si arriverà mai alla pace se alle armi si risponderà sempre con altrettanta violenza. Auspichiamo che l’Onu possa al più presto trovare una strada per una risoluzione nonviolenta del conflitto”.

@ConsultaPace

Annunci