NO al radar ENAV ad Isola delle Femmine


Ad Isola delle Femmine i nonviolenti e Rete Lilliput si oppongono alla costruzione di un radar ENAV, prodotto dall’industria bellica Raytheon (70% spese di guerra USA). Il radar verrebbe cosstruito nell’area militare dellt’ex base NATO di cui si rivendica la conversione civile. E’ previsto un progetto per riconvertire la base in centro di biologia marina in rapprto con l’area marina protetta e le aree di  riserva naturale orientata.

Su iniziativa dei nonviolenti son già state presentate interrgazioni parlamentari a cura dell’on. Alessandra Siragusa.