Delibere Assemblea Nazionale MIR (Fano 28 aprile-1 maggio 2007)


a href=’https://riconciliazione.files.wordpress.com/2007/02/vicenza027.jpg’ title=’vicenza027.jpg’>
vicenza027.jpg1- L’assemblea nazionale del MIR conferma l’adesione alla
campagna “Fermiamo chi scherza col fuoco atomico” ringrazia
Francesco Lo Cascio per l’attività di promozione ed organizzazione della
carovana di pace ; invita le proprie sedi a parteciparvi.
2- L’assemblea nazionale del MIR conferma l’impegno prioritario a lavorare
all’interno della campagna “Fermiamo chi scherza col fuoco atomico” in particolare per
chiedere una presa di posizione delle chiese di condanna dell’arma atomica. Prende atto dell’adesione ed interessamento a questa iniziativa del
GAVCI, Pax Christi, Beati i costruttori di pace, UCEBI. Ritiene utile continuare la collaborazione con queste organismi per
l’organizzazione di un evento di riflessione, meditazione e preghiera ecumenica il 6 agosto 2007 al termine del quale lanciare un
appello rivolto ai partecipanti all’incontro della
terza assemblea ecumenica di Sibiu. A tal fine promuove un incontro organizzativo con i rappresentanti delle associazioni che hanno raccolto l’invito.Dà incarico a
Giovanni Ciavarella,Paolo Candelari, Ilaria Ciriaci e Luciano Benini, che
parteciperà all’evento di Sibiu, di seguire l’iniziativa.Incarica questa commissione di raccordarsi sull’argomento con le iniziative intraprese parallelamente da “Church and peace” e
IFOR internazionale.
3-L’assemblea nazionale fa suo il pronunciamento dell’EFOR di Salisburgo
(aprile 2007) : “Riaffermando il nostro impegno per un ordine mondiale basato sull’amore e la pace, chiede a tutti i governi di rafforzare il trattato di non proliferazione nucleare nel seguente modo: a- per gli Stati detentori di armi nucleari, riducendo i loro arsenali ed eliminandoli del tutto almeno entro il 2020; b- per i Paesi non detentori, non acquisendo armi nucleari né ospitandone nei propri territori; c-per i Paesi non firmatari, perseguendo questa stessa politica con le stesse scadenze. Nel periodo intermedio,chiediamo che vengano definite zone libere da armi nucleari, specialmente in Europa”.
4-L’assemblea conferma e ribadisce l’impegno nella
Rete IPRI/CCP.
Vede positivamente il dialogo con le istituzioni (Sentinelli) auspicando uno sbocco legislativo di questo sottolineando che
l’intervento di CCP non può essere a fianco o di supporto a quello militare ma completamente autonomo come indicato anche nel documento conclusivo della 26° assemblea degli Obiettori alle Spese Militari (OSM) di Cattolica 2007 laddove esso recita:
* “…….considera l’istituzione di corpi civili di pace uno degli strumenti in vista della costruzione di un nuovo modello di difesa alternativo , nella prospettiva della difesa popolare nonviolenta.
* ……esprime riserve sulla commistione tra interventi civili e militari, la sperimentazione di forme di intervento civile nonviolento e ritiene sia auspicabile esclusivamente in aree di conflitto non oggetto di interventi militari
“.
5-L’assemblea nazionale delega la segreteria alla traduzione e diffusione della
brochure, in preparazione a cura della branca olandese, riguardo la campagna IFOR internazionale a favore della redazione di
Costituzioni di pace.
6-L’assemblea nazionale del MIR esprime la propria solidarietà all’amico e
compagno di movimento Danilo Schenato che da oltre quindici giorni attua un digiuno presso il presidio “No dal Molin” contro il progetto della nuova base militare di
Vicenza.
7-L’assemblea conferma l’impegno dei campi estivi, quale una delle attività
principali del movimento. Desidera seguire da vicino il lavoro del gruppo dei coordinatori che invita alla partecipazione agli incontri nazionali del movimento.
8-L’assemblea nazionale prende atto del bilancio consuntivo 2006 e preventivo
2007 approvato dal Consiglio Nazionale del 10-11 marzo 2007.
9-L’assemblea nazionale approva all’unanimità le modifiche agli articoli
8,11,12,13,17,29,e 32 dello statuto proposte dal Consiglio Nazionale del 10-11 marzo 2007.
10-L’assemblea nazionale approva all’unanimità la versione dello statuto
comprensivo delle modifiche approvate in questa assemblea che sostituisce
in ogni sua parte quello precedente.
11-L’assemblea nazionale elegge a:
Presidente:
Ilaria Ciriaci ( rapporto con le chiese)
Presidenti onorari: Hedi Vaccaro, Beppe Marasso
Vicepresidenti: Paolo Candelari (rapporti con l’estero),Luciano Benini
Tesoriere: Paolo Candelari
Segreteria: Silvia Cosentino, Alberto Zangheri, Giovanni Ciavarella (IPRI/CCP/DPN).
Responsabili di settore: Sergio Bergami (
Decennio/Ed.alla pace),
Francesco Lo Cascio (
campagna “Fermiamo…”nella complessità delle sue articolazioni, webmaster).
12- L’assemblea nazionale, rispetto alla gestione della comunicazione
elettronica
decide uanto segue:
a. il sito ufficiale del movimento è www.miritalia.org
b. incarica Francesco Lo Cascio di ricoprire il ruolo di
webmaster che gestisca tecnicamente il dominio sulla base delle indicazioni della presidenza e segreteria.
c. La struttura base del sito MIR sarà essenziale, sobria,connotata da rapidità di caricamento; conterrà rimandi alle parti successive del sito evitando di ingombrare eccessivamente la home page
d. Viene aperta una newsletter denominata newsletter@miritalia.org a cadenza possibilmente mensile cui le sedi ed i membri del movimento sono tenuti a concorrere
e. Vengono ufficializzate le ulteriori liste di discussione:
* segreteria@miritalia.org reindirizzata su segretari e presidenti
* cn@miritalia.org ad accesso dei soli membri del Consiglio Nazionale
f.le chiavi dell’accesso al sito sono ad esclusiva disposizione del
webmaster e della presidente.
13-Il prossimo Consiglio Nazionale sarà convocato entro il primo fine settimana
di ottobre.

Annunci