CIRCOLARE APRILE 2006: CONVOCAZIONE ASSEMBLEA NAZIONALE


“Il tempo risuona del fragore della rovina di comunità che si abbandonarono all’odio e alla violenza. Per la salvezza della nostra nazione e per la salvezza dell’umanità, noi dobbiamo seguire un’altra via. Questo non significa che noi abbandoniamo i nostri giusti sforzi (….) ma, nel far questo, non dobbiamo rinunziare al nostro privilegio ed al nostro dovere di amare (….)  Noi non possiamo, in buona coscienza, obbedire alle vostre leggi ingiuste, perché la non-cooperazione col male e’ un obbligo morale non meno della cooperazione col bene”.                                                                M.L.King
Convocazione  Assemblea  Nazionale
   Dalle ore 19.30 di giovedì  01 giugno  alle 12.00  domenica 04  giugno  2006  è convocata  l’Assemblea Nazionale presso la sede di Gricigliana (Prato)  per discutere il seguente ordine del giorno:
1- relazione presidenza-segreteria
2- dibattito e votazione  sulle modifiche allo statuto
3-      “               “           sull’assetto giuridico del movimento
4- relazione dalle sedi
5- relazione sulle campagne nazionali-internazionali del mir (decennio,campi,  colombia, iraq, man,……..)
6- resoconto incontro Efor di maggio 2006
7- Giappone 2006: proposte da inviare all’Ifor mondiale
8- illustrazione ed approvazione nuovo pieghevole
9- varie ed eventuali
Carissimi, come potete notare dalla convocazione , anche quest’anno l’assemblea verrà svolta in tre-quattro  giorni . Tenteremo di rispondere all’esigenza, da più persone segnalata, di avere tempi più  distesi di comunicazione e la possibilità di una reale crescita comune.
Avremo un tema guida : “Violenza e nonviolenza nelle religioni”.
 Il tema infatti avrebbe dovuto essere oggetto di un convegno nazionale che tuttavia ad oggi non ha ancora visto la luce, ” ,ma intanto  farà da filo conduttore ai nostri momenti di approfondimento.
L’assemblea avrà inizio con l’accoglienza giovedì  1 giugno con la cena e si concluderà con il pranzo di domenica  4 giugno.
Vivremo quindi questo momento assembleare sottoforma di mini-campo durante il quale alternare  momenti di dibattito e decisione a momenti di convivialità e condivisione con la realtà che ci ospita sulle splendide colline della Toscana.
Siate gentili  !!!
segnalateci  al più presto la vostra intenzione a partecipare all’assemblea così da poter organizzare al meglio l’evento : 06.9343715; 347.7938539; 349.6797306;
320.0623668
Consiglio Nazionale  MIR : Brescia 25-26 marzo 2006.
          Decisioni
1. Il CN approva  la lista dei campi  presentata da Giovanni Ciavarella.
            Ritiene che il campo Mir/Arca sia, vista la presentazione di Giovanni e Beppe, un campo Mir a
            tutti gli  effetti e va dunque ricompresso tra quelli del gruppo campi.
                     Il CN ritiene necessario che ogni campo riservi un momento per la presentazione del Mir.
2. Il CN dà mandato al tesoriere di pagare la sua quota di adesione al comitato italiano per il
      decennio di 50 euro.
                     Il Cn invita tutte le sedi e membri del Mir a diffondere l’informativa sullo stato dei lavori e
                     chiede alla  redazione di Azione Nonviolenta di dare spazio per la pubblicazione di materiale
                     sul decennio.
                     Invita a contattare la sede di Padova (Sergio Bergami) per inviare materiale da esporre al Salone
                     della pace di Parigi il prossimo 1,2,3,4 giugno.
                     Ricorda che il Salone precede di pochi giorni la protesta internazionale contro il salone
                     “Eurosatory”  sugli armamenti.
3. Il CN non ritiene si debba abbandonare la campagna MAN , presi da sconforto per i risultati non
      esaltanti. Bisognerà rimodulare le attività e gli obiettivi da porsi; anche in funzione della
      possibilità che il futu governo italiano sia dell’Unione, che ha nel programma la costituzione dei
      CCP. Conferma ad Angela Marasso, Gianni D’Elia, Alvise Alba e MariaChiara Tropea il
      sostegno   e la rappresentanza del Mir nel coordinamento, e comunica loro la disponibilità del
      Mir per  qualsiasi necessità.
                     Da mandato a Paolo Candelari di chiedere appoggio ad altre branche dell’IFOR europee.
               Ritiene importante render noto il sostegno nostro ai gruppi pacifisti di Palestina/Israele;
               incarica Paolo  Candelari di raccogliere un breve resoconto della campagna da mandare ad “Ifor
               in  action”.
              4.    Il CN invita la prossima assemblea a rinnovare lo statuto per poter diventare APS (associazione di
                 promozione sociale): tutti i presenti si fanno promotori delle opportune modifiche statutarie, da
                 allegare alla prossima circolare, che verranno presentate alla prossima assemblea per
                 l’approvazione; esse  ricomprendono anche l’emendamento sul tesoriere .
                     Il Cn ritiene che la trasformazione come onlus sia un passo più lungo della gamba e dunque
                     sconsigliabile   al momento. Esso propone all’assemblea di discutere la registrazione come APS
                     regionali o nazionale.
               5.   Il CN invita Giovanni Ciavarella a proporsi tra i fondatori della costituenda associazione
                     “IPRI –  rete  CCP”  e decide l’adesione ad essa come associazione.
6. Il Consiglio Nazionale  decide di continuare la propria attività all’interno della rete Italiana di
      solidarietà  con le Comunità di pace colombiane : decide altresì che sarà membro fondatore , nel
      prossimo mese di giugno 2006 , della associazione che darà veste giuridica alla Rete . Dà mandato
      ad Ilaria Ciriaci di seguirne i lavori.
7. Il 1.2.3./04/06 il Mir è invitato all’assemblea della campagna Osm: non avendo persone disponibili
               alla partecipazione diretta, il Consiglio Nazionale  incarica Luciano Benini, vicepresidente , di
               inviare un  messaggio a nome di tutto il movimento.
8. Al fine di  migliorare il controllo della segreteria sulle liste di iscritti di ogni anno per migliorare la
                comunicazione  e l’effettivo invio delle informazioni a tutti gli iscritti, il Consiglio Nazionale
                decide che le sedi dovranno comunicare ed aggiornare la lista dei propri iscritti alla segreteria
                ogni tre mesi.
9. Il Consiglio nazionale , apportate le dovute correzioni ed aggiornamenti del pieghevole sulla vita del movimento a partire dalla proposta di bozza di Luciano Benini, delega il presidente Paolo Candelari a proporre  alla segreteria , a stretto giro di posta,  prove tecniche di stampa e , sulla base di preventivi ,il  numero di copie da stampare.
10. Il Consiglio Nazionale  prende atto dell’avvenuto acquisto del dominio web  “miritalia.org”  così  come deliberato dal precedente consiglio del 25-26/11/05 sul  quale  già da oggi è possibile avere visione delle circolari e della vita più recente del movimento in quanto automaticamente collegato al sito ospitato da peacelink ,  nonché avere a disposizione links su siti delle singole sedi od amici del movimento.  Incarica inoltre Francesco Lo Cascio e Giovanni Ciavarella di presentare proposte di homepage. Francesco Lo Cascio si impegna ad intestare quanto prima il dominio a nome del movimento.
 
11. Il Consiglio Nazionale  dà mandato alla sede di Torino a prendere contatto con l’ufficio migranti della diocesi di Torino per seguire un progetto a sostegno dei cristiani caldei a Baghdad, con i quali la sede di Palermo intesse rapporti già da qualche anno.
12. Consiglio Nazionale  dà mandato al presidente Paolo Candelari a partecipare all’incontro mondiale dell’IFOR che si terrà il prossimo ottobre in Giappone ; il movimento si impegna a pagare le spese di soggiorno stimate intorno alle 600€.
13. Il Consiglio Nazionale dà mandato al cassiere di pagare:
la quota per l’iscrizione annuale a Church and Peace.
                      € 500  come quota per l’IFOR
 
@@@@@@@@@@@ vedi il file in PDF che presenta il confronto tra il vecchio statuto e le proposte di modifica
Assetto giuridico del movimento
Da diverse sedi del movimento è emersa, nel tempo, la necessità di indossare una veste giuridica più moderna, rispondente all’esigenza di essere iscritti a liste di associazioni che a livello locale e regionale hanno maggiore visibilità e forza politica.Allo scopo il Consiglio Nazionale di novembre 2005 e l’ultimo di marzo 2006 hanno lavorato, tramite una esperta nel campo, ad ipotesi di ammodernamento dello statuto del MIR italiano.
Valutato con attenzione sembra a tutti i membri del Consiglio maggiormente conveniente e confacente alle esigenze e reali possibilità di gestione ,l’ipotesi che il MIR adotti la veste di APS (Associazione di Promozione Sociale). L’assemblea di giugno dovrà inoltre decidere se il Movimento
diverrà APS a livello nazionale o semplicemente dare facoltà che ciò avvenga a livello locale.
Propone allora che lo statuto venga  aggiornato tramite modifiche di tipo tecnico  non sostanziale, e tantomeno di contenuto ideale e contenutistico sui principi fondanti, affinché questa scelta sia possibile.
Proposte di modifiche allo statuto
Art. 1 È costituita, a norma dell’articolo 36 e ss. del Codice Civile e nel rispetto della legislazione in materia, l’associazione di promozione sociale denominata “Movimento Internazionale della Riconciliazione – M.I.R.”, con sede legale in Torino, via Garibaldi 13.
L’associazione adegua alle norme relative alle associazioni di promozione sociale il proprio statuto di associazione senza fini di lucro, denominata “Movimento Internazionale della Riconciliazione – M.I.R.”, costituita in Roma il 26 giugno 1974 con atto del notaio Giuseppe D’Ettorre, repertorio n. 202007/5443, registrato a Roma al 1° Ufficio Atti Pubblici il 4 luglio 1974 al n. 8055 vol. 171, con successive modifiche come da libri sociali.
L’associazione non ha scopo di lucro, ma è costituita con il fine di svolgere attività di utilità sociale a favore di associati e di terzi.
 Art. 5 comma 1
I soci hanno l’obbligo dell’ osservanza del presente statuto e di comunicare  ogni anno la loro volontà di continuare ad essere tali; essi hanno il diritto di frequentare i locali sociali.
Art. 7  comma 1
La qualità di socio si perde per decesso, dimissioni o indegnità o per mancanza di comunicazioni per almeno 3 anni consecutivi, verificata dalla segreteria.
Art. 9  comma 1
L’Assemblea nazionale è composta da tutti isoci. Essa viene convocata dal Consiglio Nazionale una volta all’anno.
Art. 10
L’Assemblea Nazionale è regolarmente costituita in prima convocazione se è presente la maggioranza degli iscritti aventi diritto di voto; in seconda convocazione qualunque sia il numero dei presenti.
Art. 11
L’Assemblea Nazionale:
• elegge il Presidente, il Vicepresidente, la Segreteria Nazionale ed i responsabili di settore;
• approva le delibere sulle linee generali del movimento e sulle attività da intraprendere.
• nomina fra i suoi membri un tesoriere, che relaziona alla segreteria, con il compito di tenere la contabilità, redigere la relazione annuale sul bilancio
Nel caso manchi il numero legale l’assemblea può esprimere raccomandazioni che il successivo Consiglio Nazionale può trasformare in delibere con maggioranza dei 2/3 dei presenti.
L’estratto dei verbale dell’Assemblea Nazionale verrà pubblicato nel periodico del M.I.R..
.
La versione integrale dello statuto MIR può essere richiesta in segreteria
segreteria@miritalia.org
 @@@@@@@@@@@
Solidarietà con le cooperative della locride
“Venuti a conoscenza degli attentati contro le serre delle vostre cooperative, vorrei esprimere a nome di tutto il Mir che rappresento la solidarietà con voi per le vessazione che subite, la nostra ammirazione per il coraggio che avete nel perseverare nell’opera di resistenza alla oppressione mafiosa e nella costruzione di una società giusta, solidale, rispettosa dell’uomo e delle sue esigenze.
Noi siamo un piccolo movimento, impegnato da anni nell’attività di studio, sostegno e pratica della nonviolenza gandhiana, e siamo anche un movimento interreligioso ed ecumenico che trova nella spiritualità, e, per chi di noi è cristiano, nel vangelo la fonte di questo nostro impegno nonviolento.
A maggior ragione dunque ci sentiamo coinvolti nella vostra azione.
Non possiamo fare molto, ma per intanto vogliamo farvi arrivare il nostro sostegno ed incoraggiamento, e la nostra preghiera.
Noi parliamo da anni di difesa popolare nonviolenta, programma costruttivo per un mondo diverso possibile, voi state mettendo in pratica tutto ciò.
Grazie per ciò che fate”
per il MIR :Paolo Candelari, presidente.
14 aprile 2006
Campi estivi
Riportiamo qui di seguito l’elenco definitivo dei campi estivi organizzati per l’estate 2006.
Per ovvi motivi di spazio non sono presenti i dettagli che potrete avere contattando il “Gruppo di servizio regionale campi estivi” del MIR/MN presso il Centro Studi Sereno Regis
v.Garibaldi, 13   10122 Torino Tel. 011-532824  Fax 011. 5158000 e-mail: min-mn@cssr-pas.it     347.7938539
 
“Una scelta di vita alternativa.”
  9 – 16 luglio Casteldelfino (CN) Baita Paiei
“A velocità d’uomo”
16 – 23 luglio    Venaus – Susa (TO)
“Aiuto! … Ho una mamma marziana!”
16-23 luglio    Vigna Pesio (CN
“Cercandoci nell’altro..”
16-23 luglio   Arizzano (VB)
“Energia del sole e dell’anima”
23-30 luglio     Bolzano Novarese (lago d’Orta)
 
“Decidere insieme costruendo la pace: la danza del consenso.”
30 luglio- 6 agosto  Berzano (Tortona-AL)
“Resistere oggi: le comunità di pace.”
 30 luglio- 6 agosto    Casteldelfino (CN) Baita Paiei
“Le parole e i gesti dell’accoglienza”
6-13 agosto    Torino – Sermig
“La danza fa bene alla vita.”
13-20 agosto   Castigliole Saluzzo (fraz. Ceretto) (CN)
“…come inizia un ecovillaggio…”
20-27 agosto        Cantagallo (Prato)
“Pellegrinaggio alle sorgenti”
21-27 agosto    La Borie Noble  (Roqueredonde – Hérault – Francia)
“ Stili di vita a confronto”
30 luglio-6 agosto    Cavandone (VB)
“Territorio ambiente nonviolenza”
5-12 agosto           S. Mauro   La Bruca (SA)
“Turismo ecologicamente compatibile”
12-19 agosto S. Mauro   La Bruca (SA)
 
 
 
C’è stato…ci sarà: il calendario della nonviolenza
16 febbraio 2006, Albano L. (RM):”Protezione e difesa nonarmata: utopia o realtà?” l’esempio colombiano con Dino Garcia Duranti e Ilaria Ciriaci
 1 e 2  Aprile 2006, Cattolica (RN): 25 a Ass. Naz.  O.S.M. per la D.P.N.
 4 Aprile 2006, Palermo : “Chiese, Pace e Nonviolenza (memoria di  M.L. King)”  con past. Ciccio Sciotto- M. Antonietta Malleo
 6 Aprile 2006 Torino : Centro Studi S. Regis: “Palestina – Israele dopo il voto  e la vittoria di Hamas”  con Gianni D’Elia e Kutaiba S.
 20 Aprile 2006, Torino : Centro Studi S. Regis: “Iran, quali conseguenze se  verranno  bombardati i siti nucleari con l’impiego delle “mini bombe atomiche?” con il    prof. Massimo Zucchetti del Politecnico di Torino
 21-23 aprile 2006, Tavernuzze (FI) : incontro EFOR (branche europee  dell’IFOR)
 29 aprile 2006, Torino : Centro Studi S. Regis : riunione del Comitato Italiano per il Decennio.
16 maggio 2006, Palermo: “Salvaguardia del creato” con opast. Elisabetta Ribet e   Nino Lo Bello
 1,2,3,4 giugno 2006, Gricigliana (Prato) : Assemblea Nazionale MIR.
2,3,4 giugno 2006, Parigi: Salone della pace.
 16 giugno 2006, Narni (TR): nasce l’ass. “Rete Italiana di solidarietà con le comunità di pace  colombiane”; il MIR è tra i soci fondatori.
 2 luglio 2006: assemblea costituente del nuovo soggetto-fusione tra Rete Corpi Civili di Pace ed IPRI.
 ottobre 2006, Giappone: incontro mondiale dell’IFOR.

  @@@@@@@@@@@@@@@@
Segnalazioni
 
 Libro “LA NONVIOLENZA DEI VOLTI. Forza di liberazione”, di . Sergio Baronetto prefazione di Tommaso Valentinetti, editrice Monti, Saronno 2004, pp. 294, euro 15.
            Contiene una bibliografia di oltre 400 testi, una lettera ai giovani “pensosi” sul realismo della
            nonviolenza, poesie di autori famosi all’inizio e dentro i capitoli. Un pò di cronaca e di storia.
            Tanti  volti, a partire da Primo Mazzolari e Tonino Bello, don Milani e  Giovanni XXIII,
            Gandhi e Luther King. Tanti itinerari nonviolenti. La diffusione è affidata al passa-parola.
            Occorre sollecitare le librerie di fiducia a procurarselo. Può essere chiesto direttamente a:
             editrice@padremonti.it
 Libro :“ZENO, OBBEDIENTISSIMO RIBELLE”  – Truffatore per il Ministro degli Interni, eretico per il Nunzio, babbo per 4.000 figli. “Autobiografia” di don Zeno Saltini redatta da Fausto Marinetti. Edizioni La Meridiana, Molfetta 2006. Marinetti scrive la vita di don Zeno, dopo aver fatto il giro della morte nel sud del mondo. La comunità di don Zeno,, Nomadelfia, è una proposta di vita senza ricchi e poveri, padroni e servi. Zeno, un uomo che ha scelto per fissa dimora l’utopia. Sconti a chi acquista tramite l’autore.  fausto@60019.it
 Libro: “STORIA E TECNICHE DELLA NONVIOLENZA” – di Antonino Drago, pp.192,euro 15,00.Offre una chiave di lettura per comprendere un fenomeno storico, etico ed ideologico che dal secolo scorso ha innovato profondamente la vita personale di molti e la vita sociale in molti Paesi , a cominciare dall’India di Gandhi.

Hai rinnovato la tua iscrizione?
Iscriversi al MIR è possibile in qualunque momento. E’ sufficiente telefonare in segreteria oppure segnalare la tua intenzione alla sede più vicina a casa tua.
Se è nelle tue possibilità ti chiediamo di versare una quota sociale di 34 € autoriducibili (ma anche autoaumentabili) facendo un versamento al c/c postale 10667616
Intestato a Luciano Benini.
Iscrivendoti entrerai in un movimento di altri che come te ricercano la  pace attraverso la nonviolenza attiva
Ci vediamo in assemblea!